giovedì 18 maggio 2017

SERPENTE SALVATO DAL GATTO – TANATOSI – L’IMPORTANZA DI TUTELARE I SERPENTI


Oggi vedevo uno dei miei gatti fare manovre strane e avvicinandomi, scopro che una biscia dal collare, anche detta biscia d’acqua o natrice dal collare, giaceva immobile fingendo di essere morta, semi capovolta: era in quella che si chiama “tanatosi”, cioè fingeva di essere morta per scampare alle attenzioni del gatto. 


Che dire? Ci sarebbe da spiegare molto, soprattutto rispetto a quello che state pensando, cioè: “oddio che schifo! Un serpente! Oddio è una vipera! Oddio è pericolosissima!”. Nulla di quello che pensate è vero: nella vostra mente pensate subito al serpenti più pericolosi perché hanno veleno, cioè da noi la vipera, ma serpenti come quello in foto sono bisce, non hanno ghiandole del veleno e sono oltretutto, come tutti i serpenti, utilissime all’uomo in quanto il principale meccanismo di controllo delle popolazioni ad esempio di roditori.
Travolti dal pregiudizio e dall’ignoranza purtroppo perseguitiamo tutti i serpenti, cerchiamo di ammazzarli quando possiamo, senza sapere che stiamo sbagliando di grosso e oltretutto stiamo commettendo una violazione di legge in quanto tutte specie protette.

Mi sono immortalato di proposito in questa foto con la biscia per farvi capire che non è quel mostro che pensate: non è assolutamente mia abitudine prendere in mano animali selvatici o farmi foto di questo genere; se l’ho fatto è solo per farvi rendere conto che ognuno di noi dovrebbe combattere con le proprie paure: quella dei serpenti è una delle più diffuse e solo con la conoscenza si può combattere e vincere!

La prossima volta che vedete un serpente riflettete e pensate: il suo ruolo ecologico porta dei vantaggi anche all’uomo, quindi, se non volete rispettarli come valore intrinseco, fatelo per l’utilità che ne traete ad averli nel vostro territorio.


PS La biscia era viva e vegeta ed è tornata nel sul ambiente, nella sua casa, la stessa che condivide con noi da sempre. Impariamo a convivere con la vita, non a distruggerla.

[Sante Cericola, 18.05.2017].

venerdì 31 marzo 2017

L'USO DEI NIDI ARTIFICIALI NELLA LOTTA BIOLOGICA_Vasto_01.04.2017_ore 17.00


Cari soci e simpatizzanti dell'Associazione ANSN,

vi segnaliamo che domani pomeriggio, sabato 1 aprile, alle 17.00, il nostro presidente Sante Cericola, terrà un interessantissimo incontro promosso dal Gruppo di Acquisto Solidale GAS Vasto e dall'Associazione ANSN Aiutiamo la Natura Secondo Natura, con la collaborazione di Lipu e Wwf e l'Associazione Porta Nuova, sulle cassette nido per uccelli insettivori (rondini, rondoni, passeriformi, rapaci notturni) e pipistrelli.


Si parlerà di lotta biologica agli insetti in città e campagna e inoltre si potranno "adottare" specie viventi che, se non sono ancora a minaccia di estinzione, non se la passano esattamente bene. Come? Prendendo oppure ordinando all'Associazione ANSN le strutture a loro utili per la riproduzione e il rifugio, di cui Sante spiegherà meglio l'utilizzo.

A domani! Non mancate!
Tutti i dettagli in locandina.

sabato 4 marzo 2017

XII NOTTE EUROPEA DELLA CIVETTA_11.03.2017_INVITO_ASSOCIAZIONE ANSN


Amici, soci e simpatizzanti dell'Associazione ANSN e non solo, ci vediamo l'11 marzo alla XII Notte Europea della Civetta, in Abruzzo, nella Riserva Naturale Lago di Serranella, dove alle 17.00 avvieremo una serata tutta dedicata ai rapaci notturni! Tra le altre cose si parlerà anche di nidi artificiali per rapaci notturni e azioni che ognuno di noi può fare per conservarli.

Tutti i dettagli in locandina.
Non mancate!




http://www.ansn.it/2017/03/04/notte-europea-della-civetta_11-03-2017_invito_associazione-ansn/

venerdì 3 febbraio 2017

WORLD WETLANDS DAY NELL'OASI WWF LAGO DI SERRANELLA_05.02.2017


WORLD WETLANDS DAY A SERRANELLA

DOMENICA 5 febbraio, dalle 10 alle 13!


Anche l'OASI WWF/RISERVA NATURALE REGIONALE LAGO DI SERRANELLA celebra la giornata mondiale delle zone umide.



Soci e simpatizzanti dell'Associazione ANSN, veniteci a trovare domenica 5 febbraio per scoprire quanto le aree umide siano importanti!


Vi aspettiamo per una piacevole passeggiata guidati da Sante Cericola, esperto di ecologia delle aree umide e presidente dell'Ass.ne Aiutiamo la Natura Secondo Natura.


lunedì 16 gennaio 2017

ALLESTIMENTO DI PUNTI CIBO E MANGIATOIE INVERNALI PER GLI UCCELLI SELVATICI



Se volete allestire dei punti cibo d'emergenza, sfruttate i punti dell'edificio che naturalmente non si innevano e buttate il cibo a terra, sparpagliandolo ed evitando di fare mucchietti o di metterlo in contenitori, non usufruite dalle specie più diffidenti. Mettete inoltre delle mangiatoie in giardino, sparpagliando il cibo anche a terra se non sta nevicando; proponete cibo che possa soddisfare la maggior parte degli uccelli granivori e di quelli insettivori: dalla mia esperienza consiglio tanti semi di girasole (soprattutto se ci sono tanti fringuelli), le briciole di dolci, come ad esempio il pandoro/panettone sbriciolato, briciole di biscotti grassi a base di burro, frutta secca a pezzettini e il misto per polli (mangime + granaglia mista spezzata).

Infine se volete produrre delle polpette a base di strutto, vi linko il video che ho realizzato qualche anno fa, a cui vi potete ispirare; potete migliorare la ricetta, integrandola di pezzetti di frutta secca ed uvetta, ad esempio.



Se volete approfondire i dettagli relativi al cibo per le varie specie e al perchè è sconsigliatissimo dare le briciole di pane, vi consiglio il seguente video:




[Sante Cericola, Associazione ANSN Aiutiamo la Natura Secondo Natura - Comunicato del 16.01.2017].

Per RICHIESTE e INFORMAZIONI, 
contatta l'Associazione ANSN 
Aiutiamo la Natura Secondo Natura 
cliccando QUI
oppure manda un'email al seguente indirizzo:

SEGUI L'ANSN ALLA PAGINA FACEBOOK: CLICCA QUI E METTI MI PIACE.

lunedì 9 gennaio 2017

RESOCONTO MANGIATOIE UCCELLI SELVATICI - 09 GENNAIO 2017


RESOCONTO MANGIATOIE 09 GENNAIO 2017 (DOPO 3 GIORNI DI COPERTURA NEVOSA TOTALE, Lanciano (CH))


Ad oggi, mattina del 09 gennaio 2017, con copertura nevosa totale da 3 giorni e mezzo, delle 2 mangiatoie dietro casa e di quella avanti casa (escludendo i punti cibo allestiti a terra, al di fuori dell’area delle mangiatoie) hanno usufruito in tutto (numero massimo individui per specie, visti insieme): 56 fringuelli, 6 cinciallegre, 3 cinciarelle, 7 pettirossi, 4 tortore dal collare, 3 ghiandaie, 3 passere mattugia, 5 verdoni, 1 codirosso spazzacamino femmina, 5 merli, 1 gazza. Tra le presenze costanti negli anni, manca ancora la passera scopaiola; negli inverni più rigidi è arrivato anche il frosone, ad oggi non ancora osservato.



IN FOTO_I numerosi fringuelli preferiscono nutrirsi a terra, assieme ai merli: pertanto si consiglia di sparpagliare sempre semi di girasole e briciole di dolci a terra, se non sta nevicando. Al sopraggiungere della neve e durante le bufere e, finito il cibo a terra, vedrete che anche i fringuelli inizieranno l’ascesa verso le mangiatoie, stabilendo precise gerarchie d’imbeccata e le baruffe, tra fringuelli e tra fringuelli e verdoni, saranno spettacolari.

NOTE ALLESTIMENTO DI PUNTI CIBO E MANGIATOIE

Se volete allestire dei punti cibo d'emergenza, sfruttate i punti dell'edificio che naturalmente non si innevano e buttate il cibo a terra, sparpagliandolo ed evitando di fare mucchietti o di metterlo in contenitori, non usufruite dalle specie più diffidenti. Mettete inoltre delle mangiatoie in giardino, sparpagliando il cibo anche a terra se non nevica; proponete cibo che possa soddisfare la maggior parte degli uccelli granivori e di quelli insettivori: dalla mia esperienza consiglio tanti semi di girasole (soprattutto se ci sono tanti fringuelli), le briciole di dolci, come ad esempio il pandoro sbriciolato, briciole di biscotti grassi a base di burro, frutta secca a pezzettini e il misto per polli (mangime + granaglia mista spezzata).

Infine se volete produrre delle polpette a base di strutto, vi linko il video che ho realizzato qualche anno fa, a cui vi potete ispirare; potete migliorare la ricetta, integrandola di pezzetti di frutta secca ed uvetta, ad esempio. https://www.youtube.com/watch?v=n3AGybJCIfw

[Sante Cericola, Associazione ANSN Aiutiamo la Natura Secondo Natura - Comunicato del 09.01.2017].


Per RICHIESTE e INFORMAZIONI, 
contatta l'Associazione ANSN 
Aiutiamo la Natura Secondo Natura 
cliccando QUI
oppure manda un'email al seguente indirizzo:

sabato 7 gennaio 2017

RESOCONTO MANGIATOIE INVERNALI 6 GENNAIO 2017


Al momento, con la neve che da ieri sera ha iniziato a coprire, delle 2 mangiatoie dietro casa, hanno usufruito in tutto (numero massimo individui per specie, visti insieme): 27 fringuelli, 2 coppie di cinciallegre, 1 coppia di cinciarelle, 4 pettirossi, 1 coppia di tortore dal collare, 1 coppia di ghiandaie, 1 passera mattugia, 1 codirosso spazzacamino femmina, 2 merli,1 gazza. 



Manca ancora la presenza, costante negli anni, di: passera scopaiola, verdone...e, negli inverni più rigidi, il frosone.

PS Se volete allestire dei punti cibo d'emergenza, sfruttate i punti dell'edificio che naturalmente non si innevano e buttate il cibo a terra e mettete delle mangiatoie in giardino, sparpagliando il cibo anche a terra se non nevica; mettete del cibo che possa soddisfare la maggior parte degli uccelli granivori e di quelli insettivori: dalla mia esperienza consiglio i semi di girasole, le briciole di dolci, di biscotti, di frutta secca e il misto per polli (mangime + granaglia mista spezzata).

[Sante Cericola, 06.01.2017].


Per RICHIESTE e INFORMAZIONI, 
contatta l'Associazione ANSN 
Aiutiamo la Natura Secondo Natura 
cliccando QUI
oppure manda un'email al seguente indirizzo: